VIOLENZA DONNE: GIGLI E SBERNA, SERVE LEGGE SU PROSTITUZIONE

“La violenza sulle donne richiede anzitutto la modificazione dei comportamenti maschili attraverso un lavoro rieducativo. Senza di esso non c’e’ inasprimento di pene in grado di essere efficace. Tra le forme di violenza che da sempre umiliano le donne vi e’ la prostituzione, che oggi si associa spesso anche a forme di tratta di esseri umani. Facciamo estremo appello alla Commissione Giustizia della Camera perche’ calendarizzi la discussione della nostra proposta di legge che mira a erogare sanzioni crescenti per il cliente, secondo il cosiddetto ‘modello nordico’. Si tratta di una modalita’ di intervento che ha dimostrato la sua efficacia nel modificare i comportamenti dei fruitori di sesso a pagamento e soprattutto la percezione generale del fenomeno. La proposta giace dimenticata dal primo luglio 2014, dimostrando la mancanza di una attenzione reale per le donne capace di andare al di la’ della sterile declamazione”. Lo affermano in una nota i deputati del gruppo ‘Democrazia Solidale-Centro Democratico’ Gian Luigi Gigli e Mario Sberna a proposito dell’approvazione alla Camera delle mozioni contro la violenza sulle donne.( da ANSA 071117).

Leggi il mio intervento in Aula:

07117-Dvf mozioni contrasto violenza contro le donne

Guarda il video del mio  intervento:

https://youtu.be/APWPAs-T-ow?rel=0

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *