Il Velino: Binetti e Sberna: interrogazione al MEF sulle violazioni delle norme sul gioco gia’ approvate dal Parlamento

Richiamata la recente raccomandazione UE sui temi della maggior tutela del consumatore I deputati sottolineano poi la mancata applicazione delle ?linee d’azione per la prevenzione,

il contrasto e il recupero di fenomeni di ludopatia conseguente a gioco compulsivo? previste dalla legge di stabilita’ 2011; del divieto di accesso per i minori ai locali adibiti al gioco pubblico e del divieto di pubblicita’ per i giochi con vincita in denaro previsti dal decreto Balduzzi e ricordano come la Conferenza delle Regioni abbia “approvato una relazione sul gioco d’azzardo patologico in cui fa notare che non esiste un quadro normativo di riferimento che definisca il gioco d’azzardo patologico come un problema di salute e ne stabilisca la responsabilita’ della cura” per cui “le iniziative di prevenzione, cura e assistenza alle persone con problemi di gioco d’azzardo patologico (Gap) e dei loro familiari, non essendo inserite nei livelli essenziali di assistenza, sono state lasciate alla sensibilita’ di alcuni amministratori regionali e di professionisti del settore, sia appartenenti alle aziende sanitarie locali che al privato sociale”. Viene citata infine anche l’ultima raccomandazione della Commissione Europea a garanzia di maggior tutela dei consumatori dei servizi di gioco, che “chiede nuove regole sul gioco d’azzardo per un efficace contrasto alla ludopatia e in questo senso detta nuove indicazioni a tutela dei consumatori”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *