Aula 31 marzo

 

402a SEDUTA PUBBLICA


Martedì 31 marzo 2015 –Ore 10,30

 

ORDINE DEL GIORNO

>1.    Seguito della discussione del disegno di legge:

Conversione in legge del decreto-legge 18 febbraio 2015, n. 7, recante misure urgenti per il contrasto del terrorismo, anche di matrice internazionale, nonché proroga delle missioni internazionali delle Forze armate e di polizia, iniziative di cooperazione allo sviluppo e sostegno ai processi di ricostruzione e partecipazione alle iniziative delle Organizzazioni internazionali per il consolidamento dei processi di pace e di stabilizzazione. (C. 2893-A/R)

Relatori: Dambruoso (per la II Commissione) e Manciulli (per la IV Commissione), per la maggioranza; Sarti, Daniele Farina e Molteni (per la II Commissione), Tofalo, Duranti e Gianluca Pini (per la IV Commissione) e Artini, di minoranza.

 

>2.    Seguito della discussione della proposta di legge:

S. 10-362-388-395-849-874 – D’INIZIATIVA DEI SENATORI: MANCONI ed altri; CASSON ed altri; BARANI; DE PETRIS e DE CRISTOFARO; BUCCARELLA ed altri; TORRISI: Introduzione del delitto di tortura nell’ordinamento italiano (Approvata, in un testo unificato, dal Senato).

                                                                                     (C. 2168-A)

e delle abbinate proposte di legge: PISICCHIO; BRESSA ed altri; MIGLIORE ed altri; GOZI ed altri; MARAZZITI ed altri; DANIELE FARINA ed altri.

                                                                  (C. 189-276-588-979-1499-2769)

Relatori:Vazio, per la maggioranza; Ferraresi, di minoranza.

 

>3.              Seguito della discussione delle mozioni De Girolamo ed altri n. 1-00653, Scotto ed altri n. 1-00680, Famiglietti ed altri n. 1-00685, Cariello ed altri n. 1-00688, Palese ed altri n. 1-00689, Di Lello ed altri 1-00764, Matarrese ed altri 1-00765 e Labriola ed altri n. 1-00766 concernenti interventi a favore del Mezzogiorno.

 

>4.    Seguito della discussione della proposta di legge:

MOLEA ed altri: Disposizioni per favorire l’integrazione sociale dei minori stranieri residenti in Italia mediante l’ammissione nelle società sportive appartenenti alle federazioni nazionali, alle discipline associate o agli enti di promozione sportiva.                                                    (C. 1949-A)

Relatrice: Blažina.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *