Quanto vale un figlio in Italia?

boys_green_eyeQuanto vale un figlio in Italia? Mario Sberna ha fatto un semplice calcolo. «Ai fini dell’Isee, il totale dei redditi e del patrimonio immobiliare viene diviso per un coefficiente, in base al quale il primo figlio ha un valore di 0,47, il secondo di 0,42, il terzo di 0,39, e dal quarto in poi di 0,35. Se in Italia il valore dei figli è decrescente, in Francia avviene il contrario: in virtù del quoziente familiare, al primo e secondo figlio viene dato un valore pari a 0,50, dal terzo figlio in poi un valore pari a uno».

«Eppure – continua il candidato di Lista Civica con Monti per l’Italia nel collegio di Lombardia 2 – alla nascita di un figlio, la coppia vede automaticamente ridotto il proprio reddito disponibile. A fronte di un costo per figlio, che, dalla nascita fino alla laurea, pesa sulla famiglia tra i duecento ed i trecentomila euro, lo Stato riconosce ora unicamente, attraverso le detrazioni e gli assegni familiari, un beneficio che va da un massimo di 2.694 euro all’anno (per i redditi meno abbienti) fino a zero».

One Response to Quanto vale un figlio in Italia?

  1. Antonio says:

    Non si possono fare commenti pubblici a questi FATTI x motivi di decenza…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *