Senza categoria

Giornata nazionale della famiglia: la proposta di Mario Sberna inizia l’iter alla Camera

fam2ROMA, 31 MAR – Istituire, per il 15 maggio, la Giornata nazionale della famiglia, che deve essere “momento di riflessione e di rilancio della politica di sostegno alla stessa, nel rispetto degli articoli 29, 30 e 31 della Costituzione”. Lo prevede una proposta di legge bipartisan firmata da 55 deputati di vari gruppi e a prima firma di Mario Sberna e Gian Luigi Gigli di Pi, che la prossima settimana iniziera’ il suo iter parlamentare alla Commissione Affari costituzionali della Camera. La calendarizzazione della proposta di legge e’ stata decisa oggi dall’ufficio di presidenza della Commissione e, secondo Gigli, “puo’ essere anche l’occasione per il Parlamento di portare a compimento altre misure a favore della famiglia naturale, cosi’ come prevede la Costituzione. Siamo un Paese che, dinanzi all’inverno demografico che mette a repentaglio la sostenibilita’ dei sistemi pensionistico e sanitario, non fa nulla”. La proposta di legge, firmata da deputati di Pi, Pd, Fi, Sc e Ap, indica il 15 maggio come data della Giornata nazionale perche’ essa coincide con la Giornata internazionale della famiglia, istituita dall’Assemblea generale dell’Onu nel 1993. Nella settimana che precede la Giornata, le scuole di ogni ordine e grado, nell’ambito dell’autonomia degli istituti scolastici, possono riservare adeguati spazi per lo svolgimento di attivita’ didattiche, eventualmente legate alle peculiari tradizioni delle diverse aree territoriali del Paese, volte a sensibilizzare gli alunni sul significato della ricorrenza stessa. La legge prevede che “la Presidenza del Consiglio dei ministri, nella settimana antecedente la Giornata, promuove una campagna di comunicazione su tutti i principali mezzi d’informazione nazionali al fine di diffondere i valori a fondamento di questa ricorrenza”. Inoltre il Governo, “anche in coordinamento con le associazioni e con gli organismi operanti nel settore, determina le modalita’ di svolgimento della Giornata”, che non e’ comunque festa civile. (dai notiziari ANSA).

Senza categoria

Sberna: bonus famiglie numerose resta lettera morta

 

topic“Nonostante sia stato messo nero su bianco mesi fa, ovvero in legge di Stabilita’, il bonus famiglie numerose resta lettera morta. Numerosi mancati adempimenti da parte del ministero del Lavoro e dell’Inps impediscono di fatto la concreta erogazione del sostegno. A pagarne le spese, tanto per cambiare, sono ancora una volta le famiglie numerose e piu’ povere. Vorremmo far presente al Presidente Renzi che, almeno per loro, non e’ ancora giunta ‪#‎lavoltabuona‬“. Lo dichiara in una nota il deputato Mario Sberna, del gruppo ‘Per l’Italia-Centro Democratico’, commentando la risposta del ministero del Lavoro al suo Question Time in commissione Affari Sociali con cui aveva chiesto a che punto fosse lo stato di attuazione del bonus famiglie numerose.

 

Leggi il testo dell’interrogazione:

interrogazione bonus stabilità 2015

Leggi la risposta del ministro del lavoro:

risposta ministro lavoro

 

 

Senza categoria

Imu agricola, Sberna (Pi-Cd): ok dl ma ora tavolo concertazione

 

“Il gruppo ‘Per l’Italia-Centro Democratico’ ha votato a favore del decreto sull’Imu agricola. Il testo è stato migliorato, tant’è che ad oggi circa l’80 per cento delle aziende agricole sarà esentato e che il termine per il versamento dell’imposta per il 2014 è stato ulteriormente prorogato, ma il governo poteva fare di più: sull’esenzione per i terreni non coltivabili per calamità naturali e per quelli colpiti da malattie vegetali, come avevamo proposto”.  Lo ha affermato il deputato Mario Sberna, del gruppo ‘Per l’Italia-Centro democratico’, durante le dichiarazioni di voto finale in Aula sul decreto sull’Imu agricola.”Resta inoltre la necessità di convocare un tavolo di concertazione tra Governo, agricoltori e rappresentanze di categoria per una proposta di revisione della normativa compatibile con tutti gli interessi in campo”, conclude Sberna.

Leggi il testo della dichiarazione di voto:

DVF AC 2915 Imu agricola

Guarda il video:

http://youtu.be/Rp8vx3-HRMc

Senza categoria

Lavoro/ Mario Sberna nel question time con il ministro Poletti: su assegni familiari più giustizia ed equità.

 

«Stop alle disparità sugli assegni familiari: non solo tra lavoratori dipendenti e autonomi, ma anche tra lavoratori iscritti alla stessa gestione separata. Pur versando i contributi alla stessa cassa dei co.co.co e co.co.pro, un lavoratore con partita Iva gode di meno diritti. Prendiamo quindi atto positivamente dell’impegno annunciato dal governo in questo senso. Sugli assegni familiari chiediamo più giustizia ed equità: bisogna togliere le gigantesche penalizzazioni dei coniugi rispetto alle coppie di fatto, considerare i figli a carico a prescindere dalla loro età anagrafica, adeguare immediatamente gli assegni in caso di licenziamento o disoccupazione, distribuire tutto il fondo degli assegni familiari a chi ha figli senza sviarne parte per altre ragioni». Lo ha affermato il deputato Mario Sberna, rivolgendosi al ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, durante il Question Time in Aula.

Per rivedere il question time clicca qui:

http://youtu.be/rdN–inMgZM

http://youtu.be/fgiKjOAN1ME

 

Senza categoria

IMU AGRICOLA: SBERNA “BENE OK A ODG TERRENI INCOLTIVABILI PER CALAMITÀ”

 

agricoltura campo arato«Esprimo soddisfazione per l’approvazione del mio ordine del giorno al decreto Imu agricola che impegna ilgoverno a valutare l’opportunità di «prevedere tra i criteri di esenzione dell’Imu dei terreni agricoli, compatibilmente con le esigenze di bilancio e in caso di revisione della normativa in oggetto, quello di non produrre redditività o non essere coltivabili a causa di calamità naturali o altre cause naturali che ne hanno determinato l’inagibilità». Lo afferma il deputato Mario Sberna, del gruppo «Per l’Italia-Centro democratico», primo firmatario dell’odg accolto.

Senza categoria

Giochi/ Mario Sberna: «governo premi chi rinuncia a facili guadagni da slot»

gioca-slot-machine1  «Il gruppo “Per l’Italia-Centro Democratico” voterà a favore di tutte le mozioni che impegnano il governo a tutelare i minori e le fasce più deboli e maggiormente vulnerabili dal gioco d’azzardo». Lo ha affermato il deputato Mario Sberna durante dichiarazioni di voto finale in Aula sulle mozioni per il contrasto del gioco d’azzardo. «Dietro l’illusione di svoltare nella vita grazie alle scommesse si nascondono veri e propri drammi sia per le persone affette da questa dipendenza sia per le loro famiglie – ha detto ancora -. Grazie anche al lavoro dell’intergruppo parlamentare contro l’azzardo che abbiamo istituito ad inizio legislatura qualche risultato lo abbiamo portato a casa, ma l’inserimento dell’azzardo patologico nel Livelli essenziali di assistenza (Lea), il divieto di pubblicita’ televisiva di lotterie, gratta e vinci durante programmi dedicati ai minori, l’obbligo di segnalare la reale possibilita’ di vincita e la distanza minima di 200 metri tra sale con slot e luoghi di interesse pubblico come scuole e ospedali non bastano ancora: il governo si impegni, nella delega fiscale, a sostenere l’impegno ‘no slot’ degli Enti locali e premi le virtu’ civili di quei baristi, tabaccai e fioristi che rinunciano al facile guadagno in nome del benessere della società» ha concluso Sberna.

Guarda il video dell’intervento in Aula:

http://youtu.be/7dxjvAWwCgk

Leggi il testo:

DVF Mozione gioco d’azzardo

 

Senza categoria

Mario Sberna: la ripresa del Paese non dipende dallo stop agli studi di settore

studi di settore“La ripresa del Paese non dipende dalla esistenza o meno degli studi di settore, ma dalla riforma complessiva del fisco e della giustizia tributaria, con regole chiare e semplici come quelle approvate dalla legge di Stabilità e corrette in seguito con il decreto Milleproroghe. Eliminarli o sospenderli sarebbe un brutto segnale nella lotta all’evasione: una sorta di ammissione di impotenza che non possiamo permetterci e che indebolirebbe quell’opera di tax compliance avviata dal Governo per diffondere il massimo adempimento spontaneo. Per queste ragioni il gruppo ‘Per l’Italia-Centro Democratico’ voterà contro le mozioni presentate in proposito”. Lo ha affermato il deputato Mario Sberna, capogruppo di ‘Per l’Italia-Centro Democratico’ in commissione Finanze, durante le dichiarazioni in Aula sulle mozioni per la sospensione dell’applicazione degli studi di settore.

“Più che sospenderli o abrogarli, dobbiamo preoccuparci – ha sottolineato Sberna – di come semplificare gli studi di settore, renderli attuali e più aderenti al nuovo contesto, senza tuttavia privare l’amministrazione finanziaria di uno strumento che nasce per agevolare i contribuenti e rendere più efficace la lotta all’evasione fiscale, ossia come mezzo di ausilio e non di punizione”.

 

Guarda il video dell’intervento in aula:

http://youtu.be/4W7YXJkSrU4